Un disturbo poco conosciuto: la disprassia


Giovedì 20 ottobre 2016 ore 21:00

Biblioteca delle Oblate

Via dell’Oriuolo, 24

Cafferenza

con:
Dr.ssa Letizia Bulli Pedagogista clinica – Psicomotricista funzionale

Dr.ssa Silvia Maffei, Logopedista

Avv. Antonella Catte-avvocato e genitore speciale

modera:
Giovanna Pacini 
Università di Firenze e Associazione Caffè-Scienza



La disprassia è un disturbo della programmazione , pianificazione ed esecuzione di atti motori associata spesso a problemi del linguaggio, di percezione e di elaborazione del pensiero.

Può essere presente in forma isolata o associata ad altri disturbi neuro evolutivi (autismo, sindromi genetiche, epilessia)
La disprassia può influenzare pesantemente l'apprendimento scolastico.
A causa della scarsa informazione, spesso la disprassia non viene riconosciuta e i sintomi vengono sottovalutati o confusi con altri disturbi.
L'unica terapia per la disprassia è la riabilitazione psicomotoria e logopedica. Ne parleremo con letizia Bulli, pedagogista clinica e psicomotricista funzionale, esperta nella riabilitazione,  Silvia Maffei, logopedista e Antonella Catte, una mamma speciale che , oltre a raccontarci la sua esperienza personale ci chiarirà gli  aspetti normativi di riferimento a tutela dei bambini disprassici che necessitano di un supporto riabilitativo e del sostegno scolastico.




ą
Franco Bagnoli,
29 ott 2016, 11:47
Ċ
Franco Bagnoli,
29 ott 2016, 11:47
Comments