Le sfumature del visibile




Il colore tra arte e scienza

Giovedì 20/11/2014 ore 21:00 SMS Rifredi
 
In collaborazione con Artumes


con:

Veronica Marchiafava
, dottore di ricerca in Scienza per la Conservazione dei Beni Culturali
Maria Antonia Serafini, dottore in Archeologia (specializzazione Etruscologia)
Annalisa Asiati, dottore in Archeologia (specializzazione in Antichità Cipriote)
Andrea Vannacci, perito industriale con specializzazione in Chimica Tintoria.





modera:  Piero Fiorenzani, R.S. Ricerche e Servizi srl e Maestri del Lavoro di Prato



L’uomo è dotato di una visione a colori, come altri animali che si cibano di frutti e devono distinguere il loro grado di maturazione, mentre per esempio i bovini o molti predatori si accontentano di una visione in bianco e nero. Non sorprende quindi che l'uomo sia stato sempre affascinato dalla possibilità di disegnare immagini colorate, anche se il motivo fondamentale del perché l'uomo abbia iniziato a produrre oggetti artistici abbia bisogno di un discorso più ampio.

Si può ipotizzare che le rappresentazioni artistiche primitive avessero lo scopo di propiziare la caccia, possedere l'oggetto almeno in "icona", esorcizzare le paure. Nasce quindi la pittura parietale con i colori della natura: ocra, carbone ed i leganti grassi animali o vegetali. Nel corso dei secoli fino alla Rivoluzione Industriale i materiali per produrre i colori sono rimasti pressappoco gli stessi.

Il punto di svolta è stato lo sviluppo industriale che ha permesso di brevettare nuove formulazioni di colori che principalmente divengono di derivazione sintetica.

Il colore nella contemporaneità riveste ancora un ruolo fondamentele, così come la sua "misura" scientifica. Sia a livello industriale, per quantificare colori come il “rosso Ferrari” o “rosso Coca Cola”, come anche nella moda, vi ricordate Il diavolo veste Prada? E l’importanza del verde Tiffany? Come si distinguono tra loro i colori? Come si può attribuire loro un nome? I colori influenzano anche lo stato d'animo, senza arrivare alla cromoterapia, basta ricordare l'importanza del colore nel marketing, nella pubblicità, nella fotografia e nell'e-commerce. Voi di che colore siete oggi?

Riprese webcam:



Riprese telecamera:



 
ą
Franco Bagnoli,
12 nov 2014, 00:05
Ċ
Franco Bagnoli,
12 nov 2014, 00:05
Ċ
Franco Bagnoli,
21 nov 2014, 07:58
Ċ
Franco Bagnoli,
21 nov 2014, 07:58
Comments