Effetto Shock: evoluzione o involuzione nella comunicazione della moda




I giovedì di CAFFÈ-SCIENZA

del TESSUTO e della MODA


Giovedì 13 Dicembre 2018 ore 18,00 - 19,30 

Aula Bianca del Teatro Magnolfi Nuovo Via Piero Gobetti, 79 - 59100 Prato

 

Effetto Shock: evoluzione o involuzione nella comunicazione della moda


con:

Marina Savarese

Modera:

 Antonio Mauro, R.S. - Ricerche e

 Servizi srl e Caffè Scienza




La moda ha sempre fatto parlare di sé…nel bene e nel male. Nel corso degli anni il modo di comunicare la moda ha assunto forme differenti, adattandosi ai mezzi a disposizione. In epoca “social”, digitale e super rapida, dove tutto è a portata di smartphone, per fare la differenza si ricorre sempre più spesso ad immagini forti, idee estreme e passerelle meno indossabili
ma sempre più orientate allo spettacolo. Ce n’è davvero bisogno? Un excursus visivo per capire com’è cambiata la comunicazione della moda e quanto sia efficace l’effetto shock di molte campagne.



Marina Savarese, diplomata nel 2001 in Fashion Design al Polimoda, ha iniziato la sua esperienza lavorativa in multinazionali della moda muovendosi tra Parigi, Istanbul e Firenze, arrivando a soli 24 anni al suo primo progetto imprenditoriale “Open“, un concept store dedicato alla ricerca di brand emergenti. E’ la direttrice artistica e fondatrice di Pygiama&Superstar, la sua collezione di street-a-porter e di Sartoria Letteraria, il suo ultimo progetto creativo che lega moda, scrittura, ecosostenibilità e riciclo. Dal 2010 docente al Polimoda di Firenze, al Marangoni e al GSC di Amman. Ha pubblicato due libri sull’arte della seduzione “La bruttina che conquista” e “Come tenersi un uomo dopo averlo conquistato“, un saggio sulla moda, “Sfashion” e la guida “Firenze al Femminile”. Nel suo blog “I hate bananas” parla prevalentemente di moda sostenibile, universo femminile e contemporaneità. Dal 2013 dispensa consigli in diretta radiofonica nazionale sulle frequenze di radio M2O (Gruppo L’Espresso).









Ċ
Giovanna Pacini,
6 dic 2018, 06:41
Comments